Carcioffole ‘ndurate e fritte la ricetta partenopea

Carcioffole ‘ndurate e fritte la ricetta partenopea

Lo sfizio dei napoletani in cucina

carciofi ‘ndurati e fritti, sono un piatto tipico della tradizione napoletana, passati nell’ uovo e fritti in pastella. Sono ottimi come antipasto, secondo o semplicemente come sfizi.
I napoletani hanno trasformato questo ortaggio, dal basso contenuto calorico e ricco di proprietà, in una pietanza decisamente gustosa e prelibata. Generalmente i napoletani gustano i carciofi indorati e fritti,  prima del pasto come sfizio per stuzzicare l’appetito, non appena tolti dall’ olio bollente ” frienn magnann”. Ma vediamo come si prepara questa prelibatezza.

La ricetta

Ingredienti

  • 10 carciofi violetti
  • 3 uova di grandi dimensioni
  • 100 gr farina 0
  • un ciuffo di prezzemolo
  • ½ limone
  • sale e pepe q.b.
  • 200-300 ml olio di semi di arachidi

Procedimento

Pulite i carciofi  eliminando tutte le foglie esterne più dure e le punte e peliamo il torsolo. Per esseri certi che i carciofi siano puliti bene i carciofi  lasciateli a bagno in acqua condita con il succo di mezzo limone, dopo averli tagliati prima a metà e poi in quarti ed aver eliminato la barba interna.
Ora prepariamo un battuto di uova, sale e pepe e mettiamolo da parte. Intanto, riscaldiamo l’olio di arachidi in una padella ben capiente a fuoco vivace. Ripassate i quarti di carciofo, preparati prima, nella farina per poi immergerli nella pastella di uova. Friggeteli tenendoli nell’olio finchè non sono dorati, massimo due minuti per lato. Toglieteli dall’olio e sgoccioliate su carta assorbente, eliminando tutto l’olio in eccesso, prima di servirli con una spruzzata di limone,un pizzico di sale e anche un pizzico di pepe.
Buon appetito!

Sapevate che?

I carciofi sono una fonte preziosa di potassio e sali di ferro. Contengono un principio attivo, la cinarina, che favorisce la diuresi e la secrezione biliare. Sono protettori indiscussi del fegato, perchè provocano un aumento del flusso biliare e sono molto indicati nella dieta dei diabetici. L’infuso preparato con le foglie di carciofo è davvero miracoloso dal punto di vista di stimolazione della diuresi ed eliminazione delle tossine. I carciofi sono anche tra gli alimenti con il più alto contenuto di fibre, utili quindi per la regolarità intestinale.
Il carciofo, inoltre, è un alimento che ha effetto positivo anche sul sistema cardiocircolatorio, in quanto si tratta di un alimento ipocolesterolemizzante. Prima di acquistarlo controllate che sia sodo e senza macchie. Per riconoscerne la freschezza, afferratelo con indice e pollice, premendo: se i carciofi non si appiattiscono, sono certamente freschi.

You might also like

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!