Casa Circondariale Femminile di Pozzuoli: la più grande del Sud Italia

Casa Circondariale Femminile di Pozzuoli: la più grande del Sud Italia

di Alessia Giannino

Gli istituti femminili in Italia sono cinque e, tra questi, c’è la Casa Circondariale femminile di Pozzuoli. Essa si trova in una zona abitata, all’interno di una struttura risalente al XV secolo.

Il complesso originariamente fu destinato a convento ma, successivamente, nel ‘900, fu trasformato in manicomio criminale femminile ed, infine, negli anni ottanta, è diventato quello che oggi è il carcere femminile.

Ovviamente essendo in origine un convento, ci sono stati e ci sono tuttora problemi di ordine alla sua manutenzione e alla vivibilità quotidiana, tant’è che negli ultimi anni ci sono stati tanti lavori di ristrutturazione, che però non hanno aiutato molto a migliorare le condizioni delle detenute.

Il carcere femminile, oggi, non solo è uno dei più grandi istituti del Sud Italia, per quanto è anche uno dei più sopraffollati. Questo sovraffollamento rende molto difficile la vita delle donne, soprattutto nel periodo estivo. Il carcere, oggi, è diviso in tre sezioni, in cui le detenute sono suddivise per pena e reati commessi. Ogni piano è formato da camere che ospitano fino a 13 donne ma, seppure ci siano i letti a castello, questi non sempre riescono a recuperare lo spazio necessario. Sono 151 le detenute a Pozzuoli, ma in realtà i posti dovrebbero essere 101.

Le condizioni psico-fisiche alle quali sono sottoposte, sicuramente non favorevoli al benessere, causano ogni anno molteplici casi di suicidio e di autolesionismo.

Booking.com

You might also like

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!