Il Tempio di Serapide

Il Tempio di Serapide

di Alessia Giannino

Il Tempio di Serapide, anche conosciuto come Macellum, è un sito archeologico situato a Pozzuoli.

Esso è uno dei monumenti più antichi di tutto il mondo, in quanto risale al I-II secolo d.C.

La struttura si presenta come un cortile a pianta quadrata, circondato da un porticato, sul quale si affacciavano botteghe che si aprivano sia verso l’interno che verso l’esterno, e due bagni pubblici, dislocati ai lati dell’abside di fondo. Ai lati dell’ingresso, invece, ci sono alcuni resti di scale che conducevano verso il piano superiore del porticato e, al centro del cortile, una costruzione circolare sopraelevata, che probabilmente, un tempo, era circondata da una serie di colonne. L’edificio ha assunto il nome di Tempio di Serapide per il ritrovamento di una statua del dio egizio nel 1750. Successivamente, però, si è accertato che anticamente fosse adibito a Macellum, ossia il mercato pubblico della Puteoli romana. L’edificio, infatti, ricorda la pianta di altri importanti mercati di città antiche, come quelli di Roma, Pompei, Cremna e Morgantina.

Attualmente il Macellum di Pozzuoli è uno dei più grandiosi ed integri, grazie anche al fenomeno del bradisismo che, nei secoli passati, ha preservato il luogo.

You might also like

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!