“Indivisibili”: il film rivelazione è al cinema

“Indivisibili”: il film rivelazione è al cinema

di Rosanna Vollaro

Ritorna al cinema, riscuotendo anche stavolta un grande successo, Edoardo De Angelis col suo nuovo lungometraggio “Indivisibili”.

Al Toronto International Film Festival e a Londra, al London Film Festival, è stato accolto come meritava. Per la verità anche la Mostra Internazionale di Venezia è stata conquistata dalla pellicola, ma è stata esclusa dal concorso; lì, due anni fa, è stato presentato anche Perez, precedente film di De Angelis, con Luca Zingaretti.

Grande esclusa, quindi, la pellicola speciale, tutta Made in Sud.

Indivisibili narra la storia di Viola e Dasy, gemelle siamesi attaccate per il bacino, cantanti neomelodiche sfruttate dal padre come fenomeni da baraccone. Dive e schiave ricercate di una società strapaesana, le gemelle si esibiscono a compleanni e comunioni, procurando ingenti somme di denaro, tali da poter  mantenere la famiglia. Sarà l’incontro con un chirurgo ad innescare un meccanismo di libertà: Dasy e Viola, attraverso la separazione, seppur paurosa,  potranno vivere la vita singolarmente, vivere in tutta normalità, insomma. Non sarà affatto facile affrontare questo grande passo.

Il finale è tutto da scoprire… al cinema! Ne vale senza dubbio la pena.

Fonte: Repubblica.it

Fonte: Repubblica.it

Un film che qualcuno ha asserito sarebbe potuto approdare anche agli Oscar, senza esagerazioni di sorta.

Booking.com

Indivisibili ha dato i natali cinematografici alle due nuove stelle, le gemelle diciannovenni, Marianna ed Angela, le quali hanno dato, a detta di De Angelis, più di quanto potessero sul set.

Danno sfondo alla pellicola i luoghi dove è stato girato il film: Castel Volturno e il Litorale Domitio. A tal proposito, il regista spiega: “Sono luoghi che hanno conosciuto la bellezza e che adesso portano su di sè cicatrici di una violenza perpetrata in passato nei loro confronti, però si tratta di una terra su cui c’è sempre una betoniera, in altre parole esiste una possibilità di ricostruzione. Non ho voluto trasformarla in uno scenario horror oppure una fiaba nera. Volevo un racconto reale, le implicazioni favolistiche derivano dalla realtà che raccontiamo e dal desiderio di superarla, non sono sicuro di aver sfruttato il filone fiabesco, però una certa magia permea il modo in cui noi del Sud Italia vediamo le cose, ed è un modo che ci permette di fuggire dalla desolazione della realtà...” (spezzato di intervista tratto da comingsoon.it).

Non possiamo che definire il film semplicemente sbalorditivo, in ogni aspetto: l’idea del regista, le gemelle rivelazione del cinema, la musica originale di Enzo Avitabile, la bravura degli altri interpreti e la location.

“Indivisibili” vi aspetta al cinema.

 

 

You might also like

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!