Ke Bar: il primo locale gestito da ragazzi affetti da Sindrome di Down

Ke Bar: il primo locale gestito da ragazzi affetti da Sindrome di Down

di Alessia Giannino

È nato a Napoli il primo bar completamente gestito da ragazzi affetti da sindrome di down.

Un progetto unico nel suo genere, che dimostra ancora una volta quanto la nostra città sia solidale nei confronti di chi è meno fortunato. Il bar, inaugurato Venerdì 27 Gennaio, si trova a Pozzuoli, in Via Campana, all’interno della Multicenter School, che ha ospitato gli stessi ragazzi durante il loro percorso scolastico. Tutti appassionati di ristorazione, hanno servito piatti fatti con le loro mani e hanno avuto il piacere di incontrare la chef stallata Marianna Vitale, presente all’inaugurazione.

Il Ke Bar è un locale dove i ragazzi possono esprimere tutta la loro passione ed allegria, servendo caffè e spremute d’arancia. Essi sono stati invogliati e seguiti dall’associazione “La bottega dei semplici pensieri” di Quarto, la cui Presidente, Mariolina Trapanese, ha spiegato la scelta del locale: “La gestione di un bar rappresenta, per i ragazzi, l’occasione per acquisire le giuste competenze lavorative, ma anche per aumentare il contatto diretto con l’utenza. I  ragazzi gestiscono in piena autonomia il bar sotto lo sguardo di un tutor”.

Durante l’inaugurazione, inoltre, è stato presentato il Calendario 2017, per il quale i ragazzi hanno posato nelle vesti di camerieri e barman, con il loro bellissimo sorriso stampato sulla faccia. Un’iniziativa ed un progetto che solo una città come Napoli poteva pensare.

Napoli solidale e ben predisposta ad aiutare i meno fortunati, quelli che spesso sono considerati diversi, perché in realtà non ci sono distinzioni e chiunque può fare del suo meglio per regalare un po’ di gioia.

You might also like

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!