La festa di Sant’Anna a Ischia: un evento da non perdere

La festa di Sant’Anna a Ischia: un evento da non perdere

di Annina D'Ambrosio

La festa di Sant’Anna è un momento molto atteso a Ischia. Infatti, ogni anno, il 26 Luglio ha luogo una festa molto suggestiva e coinvolgente, che riunisce sempre un gran numero di persone. Si tratta di una festa antica, che nasce nel 1932: la “Festa a Mare agli Scogli di Sant’Anna“, un connubio di fede e storia, la più importante sagra estiva dell’isola d’Ischia.
Circa le sue origini, pare che sia legata al fatto che i pescatori di Ischia Ponte si recavano con la barca davanti alla piccola e graziosa Chiesa di Sant’Anna, nella Baia di Cartaromana, a ovest del Castello di Ischia, per recitare il Rosario in tranquillità e successivamente consumavano una cena sulla barca a base di coniglio (uno dei piatti tipici di ischia) e di melanzane alla parmigiana. La chiesetta venne costruita nella prima metà del secolo XVI ed è dedicata a Sant’Anna, madre di Maria e protettrice delle madri e delle partorienti, delle vedove e delle ricamatrici. Le donne ischitane, infatti, vi si recavano per pregare in solitudine e chiedere il dono di un bambino e di un parto che andasse a buon fine.

La festa di Sant’Anna, dunque, è da sempre celebrazione delle donne e delle partorienti poichè, secondo la tradizione, il 26 Luglio di ogni anno le donne in dolce attesa si recavano in processione a venerare l’effige della Madre della Madonna a Cartaromana, accompagnate da una sfilata di barche addobbate con ghirlande di fiori.
La tradizionale processione di barche addobbate, che parte dal Castello Aragonese verso la graziosa chiesetta di Sant’Anna, è il simbolo della festa, un grande evento che ogni anno richiama migliaia di spettatori.
Le barche allegoriche, protagoniste della sfilata, sono piattaforme sceniche galleggianti che s’ispirano a temi legati all’isola d’Ischia e li rappresentano: artisti, scrittori, musicisti e studiosi, che hanno conosciuto l’isola e l’hanno raccontata nelle loro opere sono gli autori dei temi delle barche che variano ogni anno. Queste ultime sono realizzate da gruppi di artigiani, carpentieri e artisti, che rappresentano identità locali fortemente caratterizzate e riconoscibili per storia, tradizioni e cultura.

Fonte: giorgiodiioriophoto.blogspot.it

La caratteristica sfilata delle barche allegoriche è una vera competizione: una giuria  composta da esperti nel campo artistico, scenografico e architettonico, infatti, giudica e premia le barche stilando una classifica, in base alla quale i gruppi partecipanti ricevono un rimborso spese per la realizzazione della macchina scenica.
Oltre che dalla sfilata di barche allegoriche, la festa di Sant’Anna è caratterizzata dall’incendio simulato del Castello Aragonese, che viene illuminato da fiaccole rosse, simboleggianti i numerosi attacchi saraceni, e da uno spettacolo di magici fuochi piromusicali.
Quella di quest’anno è l’85a edizione e il programma è ricco di eventi interessanti che cominceranno il 23 Luglio e culmineranno nella serata del 26 Luglio, che sarà condotta dal duo di Made in Sud composto da Gigi e Ross, con la direzione artistica di Cenzino Di Meglio.
Il tema di quest’anno, che lega le barche in gara, è l’omaggio all’indimenticato principe della risata Totò, nel cinquantenario della sua morte. Alla sua arte si ispirano, infatti, i temi dell’opera dei costruttori delle quattro barche in gara: Totò e il cinema per l’associazione Actus Tragicus, Totò e la musica per l’associazione Pro Perrone, Totò e la poesia per l’associazione Largo dei Naviganti, Totò e la maschera per l’associazione Pro Loco Lacco Ameno. Madrina della serata sarà Elena De Curtis, nipote di Totò.
“La nostra idea – afferma il direttore artistico Cenzino Di Meglio – è quella di coniugare l’artigianalità delle maestranze locali, degli storici costruttori di barche, con i talenti delle nuove generazioni, nel segno di una Festa che si rinnovi senza perdere di vista la tradizione“. Musica, canti, balli, spettacoli, divertimento, degustazioni di prodotti tipici e tanto altro ancora per un evento imperdibile che consentirà di conoscere e vivere la bellissima isola d’Ischia in modo davvero emozionante.

You might also like

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!