La “frittata” di Scammaro: una ricetta della tradizione

La “frittata” di Scammaro: una ricetta della tradizione

La frittata senza uova, semplice e gustosa 

La frittata di Scammaro è uno dei tanti classici della cucina napoletana. Ma cosa significa scammaro?In tempo di quaresima i monaci che per motivi di salute avevano il permesso di mangiare carne, per non turbare gli altri confratelli, mangiavano nella loro camera, in lingua napoletana “cammera “. Quindi  il termine ” cammerare “  divenne sinonimo di mangiar di grasso, mentre al contrario, ” scammerare “ sinonimo di mangiare di magro. Pare  che su richiesta del clero, il Duca di Buonvicino, Ippolito Cavalcanti,  elaborò questo piatto di magro, appunto scammaro creando un  giusto equilibrio tra penitenza e gola “. Il Cavalcanti regala ai monaci penitenti un piatto senza proteine animali, ci sono le acciughe ma la chiesa cattolica non considera carne quella dei pesci,  egli fa dorare la sua frittata di maccheroni senza uova, da entrambi i lati, fino a farla divenire croccante, lasciando morbido l’interno, un piatto semplice ma gustoso.

Il Cavalvcanti la descrive così:

” Scaura tre rotole de vermicielle, ma teniente, teniente, li scule e li buote dinto a no tiano co tre mesurielle d’uoglio zoffritto, co miezo quarto d’alice salate, e pepe, quanno l’aje mbrogliate e asciuttate, ne miette na mità dinto a la tiella e nge miette na mbottonatura d’aulive senza l’osso,de chiapparielle, d’alice salate a meza a meza, passe e pignuole, nge miette l’auta mmità de li vermicielle e nge farraje fa la scorza sott’e ncoppa, facennola friere co la nzogna o co l’uoglio. “

Una  frittata senza uova, semplicissima, facile da preparare , condita con olio, capperi, olive prezzemolo e, se piace, origano.

La Ricetta

Ingredienti per 4 persone
  • Vermicelli 400 g
  • olive nere 100 g
  • capperi 50 g
  • uvetta  30 g pinoli
  • 30 g 2/3 alici sotto sale
  • aglio 1 spicchio
  • olio q b
  • sale qb
  • pepe qb
  • prezzemolo

Procedimento

Portare a bollore l’acqua per la pasta, salate e cuocete i vermicelli. Scolarli  al dente e versarli in una ciotola. In una padella fate imbiondire  l’aglio in 5/6 cucchiai di olio.  Aggiungete le olive snocciolate e tagliate a metà, i capperi, l’uvetta e i pinoli. Cuocete a fuoco lento per qualche minuto, aggiungete le alici e lasciate sul fuoco per qualche minuto. Togliete l’ aglio e con il sugo ottenuto, condite i vermicelli. Aggiungete un pò di pepe e prezzemolo tritato e trasferire il tutto nella padella dove si è preparato il condimento. Aggiungere un pò di olio sul fondo. Cuocere la frittata a fuoco lento facendola dorare sui due lati e sui bordi, e facendola ruotare man mano che si forma la crosta dorata. Una volta cotta la frittata versarla su un piatto ed attendere che sia tiepida per tagliarla e servirla.

 

You might also like

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!