La Funivia di Posillipo: storia e curiosità

La Funivia di Posillipo: storia e curiosità

di Annina D'Ambrosio

In questo articolo parleremo della funivia aerea di Posillipo Alto-Fuorigrotta.
La prima inaugurazione avvenne il 10 Giugno del 1940. Nel 1943, con l’occupazione nazista, fu distrutta completamente.
Nel 1953, invece, ci fu la seconda inaugurazione, successiva al periodo bellico.
La funivia è stata in funzione fino al 1961; fu poi sospesa perchè troppo vicina ai palazzi.
Oggi restano le due stazioni a Fuorigrotta, zona Viale Kennedy, e a Via Manzoni, vicino al Parco Virgiliano.
La funivia di Posillipo, dunque, collegava rapidamente il quartiere di Posillipo con quello di Fuorigrotta.

Fonte: Associazione Riccardo Carbone

La funivia permetteva di collegare i Campi Flegrei al promontorio posillipino in soli 6 minuti.
Fu costruita dalla ditta Ceretti e Tanfani, era lunga 1629 metri, dei quali 945 in salita, per un dislivello di 104 metri. L’impianto utilizzava una moderna cabinovia in ferro e legno, dalla capienza di 20 posti.
Di recente, si è parlato della riattivazione della funivia di Posillipo tra pareri favorevoli e contrari. C’è chi sostiene, infatti, che questa potrebbe essere un’occasione di sviluppo del territorio partenopeo, nonchè di potenziamento dei trasporti e delle strutture locali, grazie anche all’incremento del turismo che si potrebbe registrare grazie alla vicinanza di Posillipo alle splendide spiagge della Gaiola e di Marechiaro. C’è anche chi pensa, però, che non sia una giusta soluzione in termini di rapporto costi-benefici.
Comunque, anche se non dovesse essere rimesso in uso l’impianto, la funivia di Posillipo è un bene di importanza storica e ci auguriamo, perciò, che questo patrimonio immobiliare partenopeo possa essere preservato.

Booking.com

You might also like

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!