La magica Capri e i suoi Faraglioni

La magica Capri e i suoi Faraglioni

di Alessia Giannino

Capri è una delle tre isole maggiori della Campania. Il suo nome sembri derivare dal greco kàpros, ossia “cinghiale”, collegato al latino capreae, “capre”; infatti, nell’antichità, l’isola era nota come Caprae. A differenza di Ischia e Procida, l’isola è di origine carsica ed, inizialmente, era unita alla penisola sorrentina. Successivamente è stata sommersa in parte dal mare e separata dalla terraferma, dove oggi c’è lo stretto di Bocca Piccola.

Capri presenta una struttura morfologica complessa, con cime di media altezza, come il Monte Solaro (589 m) e il Monte Tiberio (334 m), e vasti altopiani interni, tra cui il principale è quello detto di “Anacapri“.

La costa caprese è frastagliata con tantissime grotte nascoste, usate in epoca romana come ninfei delle suntuose ville che furono costruite, e calette. Una delle grotte più famose è sicuramente la Grotta Azzurra, descritta da molti scrittori e poeti grazie ai magnifici effetti luminosi di cui si può godere.

Capri è famosa anche per i Faraglioni, tre piccoli isolotti rocciosi che creano un effetto scenografico e paesaggistico davvero unico e suggestivo, divenuto celebre in tutto il mondo. Ognuno di essi ha un nome: quello accanto alla terraferma si chiama Stella, quello centrale Faraglione di Mezzo e quello più lontano dalla terraferma è il Faraglione di Fuori (o Scopolo). In realtà esiste anche un quarto faraglione, chiamato scoglio del Monocone, che si erge dietro a quelli più conosciuti. Il nome probabilmente gli viene attribuito dai bovi marini, foche vissute nei pressi dello scoglio fino al 1904, anno nel quale l’ultimo esemplare fu assassinato presso Palazzo a Mare. Sullo scoglio ci sono dei resti di muratura romana, attribuiti, senza alcun criterio, ai resti della tomba dell’architetto di Augusto: Masgaba. Ci sono anche altre teorie: infatti si pensa che sullo scoglio fossero state costruite alcune vasche per salare il pesce o un recinto per l’allevamento dei conigli.

Pochissime sono le spiagge a Capri ed i centri abitati dell’isola sono Capri, Anacapri , Marina Grande e Marina Piccola.

You might also like

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!