Museo Archeologico Nazionale: un autentico gioiello per la città di Napoli

Museo Archeologico Nazionale: un autentico gioiello per la città di Napoli

di Domenico Ruggiero

Il MANN, Museo Archeologico Nazionale di Napoli, è uno tra i più rilevanti della città di Napoli, con una superficie espositiva complessiva di 12.650 m². A renderlo prestigioso, tra l’altro, è il fatto che possiede il più ricco patrimonio di opere d’arte di interesse archeologico in Italia. Il MANN è considerato uno dei più importanti musei archeologici al mondo, soprattutto in relazione alla storia dell’epoca romana. Ad ospitare il Museo, è il Palazzo del Real Museo, imponente palazzo monumentale partenopeo risalente al 1585 e adibito a “caserma di cavalleria”, all’epoca situata subito al di fuori della cinta muraria di Napoli.

Fonte: Napoli-Turistica.com

Il museo si divide in tre parti principali: la Collezione Farnese, le Collezioni pompeiane e la Collezione egizia.

La Collezione Farnese

In particolare, la Collezione Farnese è composta da tutti i reperti archeologici raccolti a partire dal XVI secolo da Alessandro Farnese, futuro papa Paolo III. La collezione si è arricchita notevolmente con i reperti degli scavi romani. Con l’estinzione del ramo familiare, tutta la collezione passò ad Elisabetta Farnese, madre di Carlo di Borbone. Il trasferimento a Napoli delle sculture si ebbe solo intorno al 1787 con Ferdinando IV. La collezione si trova al piano terra del museo ed occupa tutte le sale e gallerie disposte intorno al cortile orientale. Al centro del cortile vi è anche un meraviglioso labrum (grande bacino di marmo, bronzo o terracotta, generalmente su piede, destinato a contenere acqua o altro liquido) in porfido rosso che fa parte anch’esso della collezione Farnese. Il nuovissimo allestimento ha consentito  di riordinare le sculture farnesiane raggruppandole per luoghi e palazzi di provenienza, secondo come erano suddivise ed esposte a Roma prima che venissero trasferite a Napoli.

Le Collezioni Pompeiane

Le Collezioni Pompeiane sono composte da reperti degli scavi archeologici di Pompei iniziati nel corso della prima metà del XVIII secolo, su decisione dell’allora re di Napoli Carlo di Borbone. Tra i reperti degli scavi vesuviani troviamo sculture, mosaici, armeria, affreschi ed anche papiri rinvenuti ad Ercolano. Prima di essere trasferita nella sede attuale, intorno al XIX secolo, la collezione era sistemata nel Museo Herculanense di Portici. Con l’avvento del generale francese re di Napoli Gioacchino Murat, gli scavi ricominciarono e questa volta i reperti trovati erano soprattutto della città di Pompei, andando a costituire, così, la parte più cospicua della collezione. Fanno parte della collezione anche reperti provenienti dalla zona di Boscoreale, i mosaici, la Casa del Fauno (casa di epoca romana, sepolta durante l’eruzione del Vesuvio del 79 e ritrovata a seguito degli scavi archeologici dell’antica Pompei), gli affreschi, il tempio di Iside, argenti, avori e ceramiche invetriate, vasellame, bronzi, vetri, il plastico di Pompei, la villa dei Papiri, sculture e busti marmorei e bronzei, ed altri reperti.

La Collezione Egizia

La Collezione egizia, invece, per importanza, è posizionata nella classifica mondiale al terzo posto dopo il museo egizio del Cairo e il museo egizio di Torino.
Il 2012 è stato un anno di importanti lavori di restauro e ristrutturazione dell’edificio, che hanno permesso di riorganizzare le collezioni.

I reperti oramai non più esposti al pubblico sono quelli relativi alla sezione Magna Grecia, quella Cumana e numerose statue pompeiane.

Booking.com

Come arrivarci

È importante sottolineare che dal 2005, nella sottostante stazione “Museo” della linea metropolitana, è stata aperta la stazione Neapolis in cui sono esposti i reperti archeologici trovati durante gli scavi della metro, entrati nel patrimonio del Museo.

Fonte: Wikipedia

Il Mann è un importante punto di riferimento culturale sul territorio napoletano, che attrae sempre numerosi visitatori tra napoletani e turisti. Basti pensare che l’anno scorso il museo ha registrato più di 450000 presenze.

Informazioni  generali

Orari di apertura: aperto tutti i giorni dalle ore 9:00 alle ore 19:30, tranne il Martedì.

Prezzo biglietti:

Intero: € 12.00

Ridotto: € 6.00

Ingresso serale: € 2.00

Riduzioni: cittadini di età compresa tra i 18 e i 24 anni compiuti della comunità europea.

Gratuito: cittadini sotto i 18 anni della comunità europea ed extracomunitari.

Ogni prima Domenica del mese l’ingresso è gratuito.
Inoltre il MANN  offre l’ingresso gratuito a tutti gli abbonati della SSCN per il Campionato di Serie A 2016-2017 e a tutti i possessori del biglietto della partita Napoli-Real Madrid del 7 marzo 2017.

You might also like

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!