Pizzeria “da Michele” : la quinta generazione sbarca a Londra.

Pizzeria “da Michele” : la quinta generazione sbarca a Londra.

di Rosanna Vollaro

Correva l’anno 1870.

Il signor  Salvatore Condurro diede vita alla più grande dinastia di piazzaioli che ha riscosso successi anche  a livelli internazionali.

Michele , figlio di Salvatore, ha messo radici in quel di Forcella, nel cuore di Napoli.

La costruzione dell’Ospedale Ascalesi e l’avvento del fascismo sono stati motivo di trasferimento nell’attuale locale di Via Cesare Sersale, definito “ il tempio sacro della pizza”.

Sono cinque le generazioni che si sono succedute, rispettando la tradizione e sopratutto le volontà di Michele, che volle la pizza solo in due varianti: Margherita e Marinara.

Fonte: tripadvisior

Fonte: tripadvisior

Questa decisione fu anche dettata dal periodo che attraversava la città, la guerra, che rese  la popolazione povera fino al punto da potersi permettere solo i due tipi di pizza più comuni.

Fu nel 1985, quando il manager del grande Maradona prenotò il locale intero per una sera, che la famiglia Condurro si rese conto di poter arrivare molto lontano.

Lontano fino ad oggi.  Antonio Condurro, figlio di Michele, è ancora cassiere nell’unica sede partenopea, a Forcella.

Fonte: cakepuccino

Fonte: cakepuccino

Da Forcella a Londra il passo è stato breve: Alessandro ha deciso di esportare la pizza in quel di Stoke Newington, quartiere cool a nord di Londra frequentato da giovani e hipster. Quindici minuti di metropolitana dalla capitale per mangiare la pizza a ruota di carretto finita nel film con Julia Roberts “Eat, pray, love”. Gli inglesi sono entusiasti e in trepida attesa.

Fonte: elle

Fonte: elle

Staff partenopeo, prodotti nostrani importati, foto d’epoca e oggetti tipici, 80 coperti in 200 metri quadri e un giardino sul retro: il progetto di franchising “Michele in the world” prende finalmente vita a livelli europei, poichè il marchio ha già preso vita a livelli internazionali nel 2012 in Giappone.

Il capo pizzaiolo Marco Condurro, sta preparando la squadra di ragazzi che andrà a lavorare a Londra.

La soddisfazione di Alessandro Condurro è aver creato le condizione per portare un pezzo di Napoli all’estero e aiutare i ragazzi del quartiere a vivere un’esperienza nuova.

You might also like

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!