Quartieri: il grande Vomero!

Quartieri: il grande Vomero!

Il quartiere Vomero è una delle zone centrali di Napoli, che confina con Fuorigrotta, il quartiere Arenella e il quartiere Chiaia.

Tutte queste zone attorno sono densamente popolate ed il Vomero stesso, trovandosi in una posizione privilegiata, è uno dei fulcri della movida napoletana.

Ma non è sempre stato così.

Nel XIX secolo la zona Vomero era alquanto disabitata, poiché non vi erano collegamenti con la città, fatta eccezione per una galleria (quella che collega Fuorigrotta a Mergellina), per cui il quartiere era piuttosto lontano, di fatto, dal centro di Napoli.

Attualmente, invece, è uno degli snodi centrali per i collegamenti: bus, auto, metropolitana, cumana e funicolare collegano, ormai, il Vomero con tutto il resto della città, una componente che l’ha reso ancor di più zona d’attrazione per turisti, oltre che per gli stessi cittadini, che spesso si ritrovano alla Certosa di San Martino, anche solo per vederne, in solitudine o in compagnia, il panorama spettacolare sul quale si affaccia.

Da qui infatti è possibile vedere tutta la città di Napoli e si può ammirare chiaramente Spaccanapoli, una peculiarità della città nostra, e a giusta ragione.

Il Castel Sant’Elmo che si trova lì, è un castello medievale che, posto sulla cima della zona alta di Napoli, era un punto strategico perfetto a livello militare. Oggi ospita varie convention, mostre ed è anche museo.

I più coraggiosi, poi, si cimentano per i 414 scalini che portano dalla Certosa di San Martino fino al centro storico.

È inoltre molto frequentato il parco della Villa Floridiana, villa antica che oggi è stata adibita a museo, con un relativo parco molto grande, che funge da zona d’incontro per coppie, turisti e amici di tutte le età.

Il Vomero è anche uno dei punti più frequentati per lo shopping, grazie alla grande quantità di negozi, bar e ristoranti ospitati lungo le sue vie, ma in moltissimi semplicemente amano percorrerlo anche solo per una passeggiata, magari tra via Scarlatti e via Luca Giordano, per passare qualche ora all’aria aperta.

You might also like

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!