La ricetta originale del Roccocò

La ricetta originale del Roccocò

Il classico dolcetto natalizio sulle tavole napoletane

Il mondo culinario napoletano custodisce e vanta di tantissime ricette di dolci tipici che fanno parte della tradizione. Soprattutto nelle festività le tavole dei napoletani si arricchiscono con svariate bontà.A Natale ad esempio troviamo mustaccioli,susamielli,raffiuoli, struffoli e i famosissimi Roccocò.

Il Roccocò è un dolce tipico napoletano dalla forma tondeggiante,simile a quella di una ciambella schiacciata. Viene preparato con mandorle, farina, zucchero, canditi e pisto napoletano(un mix di spezie varie tra cui cannella, chiodi di garofano, coriandolo, anice stellato e noce moscata che dà loro un profumo esotico e un colore ambrato).Viene cotto al forno ed è un biscotto abbastanza duro e può essere ammorbidito bagnandolo in liquori per dolci, ad esempio nel vermouth o nel marsala o anche nello spumante,vino rosso o vino bianco secco.

La parola Roccocò deriva dal francese rocaille ,roccia artificiale con evidente riferimento alla durezza proprio per l’ impasto duro e  per la sua forma barocca e tondeggiante simile a una conchiglia arrotondata. Ma la tradizione dei roccocò  risale al 1320, anno in cui furono preparati per la prima volta dalle monache del Real Convento della Maddalena a Napoli nella prima domenica d’Avvento.

Questo dolce chiude il pranzo dei napoletani il giorno dell’ Immacolata Concezione e lo troverete sulle tavole fino a tutto il mese di gennaio del nuovo anno.

La ricetta originale

Ingredienti:

  • 500 gr di farina 00
  • 300 gr di zucchero
  • 200 gr di mandorle (con la pellicina)
  • 1 pizzico di sale
  • 1 limone (la buccia)
  • 1 arancia (la buccia)
  • 1 mandarino
  • 1/2 cucchiaino di ammoniaca per dolci
  • 1 cucchiaino di cannella (in polvere)
  • 10 gr di pisto(nel procedimento ci sono gli ingredienti)
  • 140 gr di miele (millefiori)
  • 100 ml di arancia (il succo)
  • 25 ml di acqua tiepida

Potete aggiungere nell’ impasto(a chi piace) 100 gr di canditi scorzetta e cedro

  1. Per preparare i roccocò iniziate a frullare le mandorle fino a polverizzarle.
  2. Mettete la farina in una ciotola, aggiungete lo zucchero, la buccia grattugiata dell’arancia e del limone e unite le mandorle polverizzate. Mescolate un po’ gli ingredienti ed aggiungete il sale e il pisto(ottenuto addizionando e pestando insieme 35 chiodi di garofano + un cucchiaino di pepe bianco + 1/2 cucchiaino di cannella + 1/2 cucchiaino di noce moscata), 1/2 cucchiaino di bicarbonato di ammonio (circa 4 grammi), scorze di agrumi grattugiate (1 limone + 1 arancio + 1 mandarino).Mescolate ed aggiungete il miele, poi il succo d’arancia ed infine l’acqua. Lavorate gli ingredienti fino ad amalgamarli del tutto formando un panetto compatto.
  3. Dal panetto di pasta così realizzato staccate dei pezzetti e modellateli con le mani per formare dei piccoli filoncini, chiudete poi i filoncini su se stessi per formare una “ciambella”.
  4. Man mano che sono pronti disponeteli su una teglia rivestita con della carta da forno e schiacciate un po’ le ciambelle con le dita. Quando tutti i roccocò sono pronti tagliare grossolanamente le mandorle rimaste per la decorazione e disponetele sulle ciambelle. Spennellate infine i roccocò con il tuorlo d’uovo sbattuto insieme al latte ed infornateli in forno preriscaldato a 170° per 20 minuti. Sfornate i vostri roccocò e lasciateli raffreddare.

Il vero segreto sta nel lavorare bene l’impasto amalgamando tutti gli ingredienti e controllare sempre la cottura. Non bisogna aspettare che il roccocò  diventi troppo scuro;bisogna toglierlo dal forno  prima della brunitura altrimenti raffreddandosi diventerà durissimo.

 

 

You might also like

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!