Salerno dice “NO!” ai circhi con gli animali

Salerno dice “NO!” ai circhi con gli animali

di Chiara Scaramella

Buone notizie per gli animalisti campani: finalmente, dopo anni di proteste  e campagne di sensibilizzazione, il comune di Salerno si è deciso a regolamentare gli spettacoli circensi e a bandire quelli che prevedono spettacoli con animali esotici.

Da sabato 1° Aprile, infatti, è entrata in vigore la nuova normativa che prevede l’assoluto divieto sul territorio comunale (compresi i terreni privati) di utilizzare e di esporre in attività di spettacolo, pubblico o privato, animali appartenenti alle specie selvatiche ed esotiche, quali individuati nelle linee guida dell’Autorità scientifica CITES e, segnatamente: Elefanti (tutte le specie), Felini (tutte le specie), Orsi (tutte le specie), Lupi (tutte le specie), Primati (tutte le specie), Rinoceronti (tutte le specie), Ippopotami (tutte le specie),  Giraffe, Foche (tutte le specie), Otarie e Leoni marini, Cetacei (tutte le specie), Rapaci notturni e diurni.

Fonte: Salerno Notizie

Solo un mese prima dalla divulgazione della normativa, alla vigilia dell’arrivo del circo Medrano a Salerno, gli animalisti speravano che quello sarebbe potuto essere davvero l’ultimo ad esibirsi in città, come aveva annunciato il sindaco Vincenzo Napoli in campagna elettorale che, in seguito alle proteste, dichiarò che, nella prima seduta utile del consiglio comunale, il vigente regolamento sarebbe opportunamente adeguato.

Tutto questo è stato possibile grazie alle numerose richieste delle associazioni animaliste come “veg in Campania” e dal lavoro dell’assessore Mariarita Giordano, lei stessa attivista animalista.

Il concetto che gli animalisti vogliono passare è quello di un circo nuovo, che si adatti ad una società che si definisce civile.

Un circo fatto di luci e di magia, di contorsionisti e trapezisti, di professionisti che mettono in luce i loro talenti, e non di sfruttamento e di violenza.  Perché dietro ad ogni spettacolo con gli animali, dietro ai lustrini e alla meraviglia di vedere un animale “selvaggio” acconsentire ad ogni richiesta di un uomo, ci sono storie di sofferenze, viaggi interminabili, fruste e violenze , che non si adattano più alla nostra società. Non si può ignorare quello che accade una volta che il sipario è chiuso. Non si può ignorare la sofferenza.

Sulla base di queste convinzioni, il lavoro degli animalisti non finisce qui; di fatti stanno iniziando le opere di sensibilizzazione per estendere la normativa sugli spettacoli circensi anche a tutte le province salernitane.

Fonte: Salerno Notizie

You might also like

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!