Torre Palasciano e il suo fantasma

Torre Palasciano e il suo fantasma

La nascita del Palazzo e la vita del valoroso medico

Il palazzo torre Palasciano (o torre del Palasciano)è un edificio di forte interesse storico e culturale, situato in salita Moiariello, sulla splendida collina di Capodimonte, a Napoli. Nelle sue vicinanze ci sono il Parco e il Museo di Capodimonte, l’ Osservatorio Astronomico e le catacombe di San Gennaro.
Il Palazzo fu fatto costruire da Ferdinando Palasciano, un personaggio illustre, chirurgo e politico italiano, considerato il fondatore della Croce Rossa. Egli, nacque a Capua nel 1815 e fu nominato medico dell’esercito del Regno delle due Sicilie. Il Palasciano era un esperto e generoso chirurgo e dedicò tutta la sua vita alla ricerca scientifica per alleviare le sofferenze umane.
La sua vita fu intensa e ricca di avvenimenti storici, tra cui l’ amicizia con Garibaldi,testimoniata da una corrispondenza epistolare scoperta di recente,custodita al Museo di San Martino.
I suoi ultimi anni furono segnati da una forma di demenza senile che lo condusse alla morte il 28 Novembre del 1891. La sua tomba si trova aNapoli, nel Quadrato degli uomini illustri del cimitero di Poggioreale; sopra di essa,per volontà della moglie Olga,il 30 giugno 1895 fu inaugurato un monumento in marmo dei Pirenei, che lo raffigura seduto su una poltrona mentre legge un libro.

L’antico edificio è su due piani, con un impianto quadrangolare risale al 1850. Il suo stile ottocentesto, ha come caratteristica forme neogotiche e neorinascimentali ed è immerso in un giardino di querce, allori e aranceti. I lavori di costruzione del palazzo furono diretti da un architetto napoletano che lavorava nel centro-nord Italia, Antonio Cipolla e furono ultimati nel 1868.
Su di esso si innalza maestosa una torre, di ben cinque piani, la torre Palasciano, dal nome del suo antico proprietario. La torre, con la sua tinta marrone che dà nel rossiccio, la si può notare anche dal meraviglioso panorama di San Martino e dall’ Orto botanico ed è molto simile a quella di palazzo Vecchio a Firenze. Questo palazzo fu concepito come dimora del medico e di sua moglie Olga Vavilow.

Ma perché si parla del suo fantasma?

Le antiche leggende napoletane sono tante e alcune sono anche veriterie. Il Palasciano amava molto la sua villa e la sua posizione, in quanto strategica, perché da essa si gode di una delle più belle vedute sul Golfo di Napoli.
Si narra che egli amasse tanto quel posto che abbia espresso il desiderio di potervi rimanere anche dopo la sua morte, in quanto quello era il paradiso.
La leggenda racconta che, anche dopo la sua morte egli non abbia abbandonato il palazzo e che il suo fantasma si aggiri, senza intenzioni maligne, tra le numerose stanze e i lunghi corridoi e, a detta di molti pare sia stato avvistato spesso a passeggiare fra le salite che portano alla sua torre.
La villa, attualmente, la villa è stata in buona parte recuperata, infatti, ci sono abitazioni private, mentre la torre è stata restaurata e diventata sede di un B&B; II Bed & Breakfast “La Torre di Ro’”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

You might also like

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!