Via Chiaia: il fiume che scende verso il mare

Via Chiaia: il fiume che scende verso il mare

di Alessia Giannino

Via Chiaia è una delle strade più frequentate di Napoli, la via dello shopping e della vita notturna. È la strada che collega il vecchio ed il nuovo, Via Toledo con Via dei Mille, ma nessuno penserebbe mai che, laddove ogni giorno passeggiano migliaia di persone, anticamente ci fosse un fiume. Un fiumiciattolo che da Pizzofalcone scendeva tranquillo verso il mare.

Molto probabilmente sotto gli occhi dei Greci passava questo corso d’acqua, che ancora oggi scorre sotto il Monte Echia. I coloni di Rodi, infatti, si stanziarono sulla collina di Pizzofalcone per la posizione strategica “tra le acque”. Secondo gli storici, quindi, Via Chiaia era il letto del fiume che ,con il passare del tempo e per ragioni sconosciute, è scomparso. I Romani, poi, trasformarono la strada in quella che era l’unica via per arrivare alla Domitiana, punto strategico per tendere imboscate e controllare l’accesso ad eventuali avventori.

Nel 1500 fu costruita una gigantesca porta, simile a quella di Porta Nolana, che chiudeva l’ingresso alla città vecchia, ma questa fu successivamente abbattuta da Ferdinando IV. La posizione di Via Chiaia era odiata da tutti, in quanto era un vallone che separava le meravigliose ville di Pizzofalcone con i nuovi Quartieri Spagnoli e, all’epoca, era scomoda anche per l’edilizia. Il vicerè Manuel de Monterey, nel 1969, fece costruire il Ponte di Chiaia, proprio per collegare le due strade. Comunque sia, nel 1400, al tempo del dominio aragonese, lungo Via Chiaia iniziarono a sorgere le prime casette di pescatori, tant’è che la strada era denominata Via per la Playa, che in spagnolo significa spiaggia. Questo nome è rimasto tale fino al 1800, quando con il Risanamento fu costruito il Rione Amedeo, con Via dei Mille e la ristrutturazione di Piazza dei Martiri, prima conosciuta come Piazza della Pace.

Una strada fatta di storia, che abbiamo sempre percorso, senza mai immaginare che fosse un fiume.

You might also like

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!