“Weekend” di Annibale Ruccello: appuntamento al Teatro Bellini di Napoli

“Weekend” di Annibale Ruccello: appuntamento al Teatro Bellini di Napoli

di Annina D'Ambrosio

Da Martedì a Domenica 9 Aprile 2017, al Teatro Bellini di Napoli, andrà in scena lo spettacolo “Weekend” di Annibale Ruccello con la regia di Luca De Bei.
Un cast di spessore che vede la presenza, tra gli altri, di Margherita Di Rauso, Giulio Forges Davanzati e Lorenzo Grilli. “Weekend” è lo spettacolo con cui l’autore completa la sua trilogia del cosiddetto “Teatro da camera“, dopo “Notturno di donna con ospiti” e “Le cinque rose di Jennifer“.
È la storia di un fine settimana di Ida, donna sola, originaria di Napoli che vive a Roma e a casa sua impartisce lezioni ad uno studente giovane e goffo. Ida è una donna che ha sofferto, non è sposata, non ha figli, e non ha buoni rapporti con la sua famiglia d’origine. A tratti viene mostrata anche come una donna cinica e calcolatrice, disposta a dimostrare a se stessa e agli altri che se vuole “può ottenere tutto e tutti”.
Un giorno, arriva a casa sua un idraulico per riparare la caldaia e la donna ogni giorno si inventa un guasto per rivedere quel ragazzo. I due si innamorano, c’è molta passione tra loro, Ida vive esperienze sessuali liberatorie ed estreme, ma la storia non ha un lieto fine.
In quest’opera, l’autore ha dato risalto ad alcuni temi come la solitudine, l’alienazione e l’amore con la sua tecnica narrativa in bilico tra realtà e sogno, tra tragedia e commedia.

Bio

Fonte: napolipost.com

Annibale Ruccello è considerato uno tra i maggiori drammaturghi della cosiddetta “area napoletana“. Nasce a Castellammare di Stabia nel 1956 e si laurea con il massimo dei voti in Filosofia a Napoli, nel 1977, con una tesi in antropologia culturale sulla Cantata dei Pastori di Andrea Perrucci. Ruccello è stato un attore, regista, drammaturgo, studioso  della cultura popolare della Campania e della lingua napoletana. Inizia a recitare a Torre del Greco presso la fondazione del Teatro del Garage di Gennaro Vitiello, luogo di esordio di altri noti artisti come Mario Martone ed Enzo Moscato. Nel  1978 fonda la cooperativa “Il Carro” e, in collaborazione con Lello Guida, comincia a scrivere e a mettere in scena i suoi primi lavori teatrali, ispirati alla cultura popolare partenopea. La sua prima opera è “Il Rione“, una commedia in due tempi scritta nel 1973. Il suo primo lavoro autonomo risale invece al 1980: “Le cinque rose di Jennifer”. Dal sodalizio tra Il Carro e il Teatro Nuovo di Napoli prende vita, nel 1982, la cooperativa Teatro Nuovo-Il Carro, che risulterà essere tra le migliori produzioni teatrali di quegli anni. Nel 1983 scrive e mette in scena “Weekend”, con il quale vince il premio IDI under 35, e “Notturno di donna con ospiti”. Il suo capolavoro arriva nel 1985 con la commedia “Ferdinando”, con la quale vince due premi IDI, uno nel 1985 come testo teatrale e un secondo nel 1986 come miglior messinscena, allestita personalmente da Ruccello. Nel 1985 elabora una riduzione teatrale del romanzo La ciociara di Alberto Moravia.
Nel settembre dello stesso anno, tornando da Roma, muore in un drammatico incidente automobilistico sull’autostrada Roma-Napoli. Annibale Ruccello è tutt’oggi considerato una delle voci più interessanti e originali del teatro italiano della seconda metà del XX secolo.

Booking.com

You might also like

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!