Polpo alla Luciana: da dove ha origine questo piatto?

Polpo alla Luciana: da dove ha origine questo piatto?

di Annina D'Ambrosio

Il Borgo Santa Lucia, comunemente conosciuto come Santa Lucia, è uno storico e pittoresco rione di Napoli che nasce nel quartiere San Ferdinando, attorno all’omonima via che prende il nome dal santuario parrocchiale di Santa Lucia a Mare. Il territorio sul quale sorge il rione si estende sulle vie Santa Lucia ed Orsini con le loro traverse, sull’isolotto di Megaride col Borgo Marinari ed il Castel dell’Ovo, nonché su via Chiatamone e su un tratto di via Partenope. Esso trae energia dalla sua vocazione turistica ed enogastronomica.
Proprio al Borgo Marinari di Santa Lucia è legata una famosa e gustosa ricetta della tradizione culinaria partenopea: il polpo alla Luciana!

Fonte: blog.giallozafferano.it

Fonte: blog.giallozafferano.it

Questo antipasto tipico della cucina campana prende il nome proprio da questo Borgo e si narra che i pescatori della zona, detti “luciani“, di ritorno da una giornata di lavoro, fossero soliti cucinare i polpi appena pescati nell’acqua di mare; erano molto abili a cucinare il pescato in modo semplice ma gustoso. I polpi veraci venivano riposti in un’ampia casseruola coperta da un panno umido e li si lasciava cuocere ed ammorbidire per lungo tempo. Solitamente si utilizzava una casseruola di terracotta, al fine di mantenere la temperatura costante; inoltre, secondo la ricetta originale, non bisognava aggiungere acqua nè aprire il coperchio.
La cottura prolungata rende questi invertebrati estremamente teneri e saporiti, d’altronde come si dice: ‘o purp’ s’adda cocer’ rint’ all’acqua soja! (“Il polipo deve cuocere a lungo nella sua acqua!”).
La tradizione vuole che questa ricetta venga arricchita con l’aggiunta di pomodori, così da creare una zuppa molto saporita. Questa preparazione, infatti, si presta ad essere servita come antipasto e, allo stesso tempo, può essere un delizioso sugo per condire la pasta, preferibilmente spaghetti o linguine… una delizia!
Il polpo alla luciana va servito ben caldo, aggiungendo il brodo della cottura; oggi è ormai un piatto famosissimo servito nei migliori ristoranti di Napoli, una celebrazione della cucina a base di pesce.

Fonte: veloraccomangio.altervista.org

Fonte: veloraccomangio.altervista.org

La ricetta tradizionale prevede l’uso di pomodori San Marzano, aglio, prezzemolo, olio extravergine d’oliva e l’immancabile spolverata di peperoncino fresco.
Dunque, per la riuscita di questo piatto, proprio come vuole la tradizione napoletana, i polipetti utilizzati devono essere veraci: sui tentacoli, quindi, devono essere presenti due file di ventose; se ne è presente solo una si tratta di moscardini.
Questa golosa ricetta è un inno alla tradizione gastronomica partenopea ed è perfetta da portare in tavola in estate, per uno squisito pasto a base di pesce fresco.

You might also like

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!